facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

La risposta è abbastanza semplice. Sono due strumenti profondamente diversi.

Se il prodotto o servizio è commercialmente e informativamente maturo e non presenta nuove visioni, profonde innovazioni tecnologiche o filosofie adattive, fare un blog non servirà quasi a nulla, se non a ridondare le informazioni che un buon lavoro di PR on-line di ufficio stampa o di promozione social, più o meno mirato, possono ragionevolmente  garantire.

In caso contrario; se il prodotto o servizio risulta ricco di anime innovative in continua evoluzione ed espansione, se offre, al di la degli slogan, soluzioni e promesse concrete, uniche ed attraenti il blog aziendale sarà in grado di aprire preziosi canali multi-via tra chi vende o distribuisce le idee, coniugandole con i desideri/bisogni di chi cerca un prodotto o un servizio; ma soprattutto un modo di essere e di sentire. Di esserci o di sentirsi.

A chi serve il blog?

Intere filiere di prodotti e di attività necessitano di entrare nelle dinamiche dell’universo Internet per diventare protagonisti della cultura di Rete nel proprio specifico settore e far crescere la loro web reputation. Solo per fare qualche esempio; un blog di qualità sarà particolarmente prezioso nella nuova comunicazione, nel turismo, nel lusso, nel mondo della solidarietà, nelle eccellenze agroalimentari, nella gastronomia di qualità, nella cultura e nell’arte, fino alla moda…

Fare blog significa attrarre l’interesse sulle tematiche di eccellenza della realtà aziendale evitando con cura di diventare smaccatamente autoreferenziali.

Se produciamo formaggi, creeremo un blog che metterà in Rete notizie, informazioni, consigli e ricette, approfondimenti su tutti gli elementi della filiera produttiva. Dalla mucca alla tavola e quando posteremo attraverso il nostro blog e i social collegati, sulla partecipazione ad una fiera, al lancio di una nuova etichetta, al riconoscimento che ci è stato conferito… il mix delle diverse informazioni, moltiplicherà esponenzialmente le sue potenzialità d’impatto comunicativo e aumenterà esponenzialmente, la credibilità e la reputazione e l’utorevolezza del brand e dei prodotti di riferimento.

Non tutto è oro quello che luccica

E infatti, il punto debole del blog aziendale è la sua necessità di essere sempre aggiornato ed autorevole; ricco di contenuti originali e linguaggi pensati e misurati per i suoi lettori; ma soprattutto ben promosso e ben posizionato in Rete.

Un punto debole al quale risponde www.blog-up.it con i suoi servizi su misura.

Dalla strutturazione tecnica e funzionale, alla produzione dei contenuti mirati e ottimizzati per la massima visibilità in Rete; dalla ricerca delle tematiche specifiche, alla gestione strategico-tattica della promozione online sui più frequentati  social network, piazze digitali e portali tematici.

Un servizio davvero completo che permette di essere in Rete con il proprio blog, curato fin nei minimi particolari. Per questo Blog-up unisce alla qualità e originalità dei contenuti, la competenza e l’aggiornamento permanente di un reparto interno all’elasticità e convenienza che sono proprie di un servizio in outseurcing garantito da professionisti della comunicazione online.

Ogni blog curato da Blog-up è come un “abito firmato” e non un semplice vestito “copia e incolla” per tutte le occasioni. Un modello di alta moda tagliato su misura per mantenere sempre in alto la reputation online.

 

Per approfondimenti potete visitare il sito www.blog-up.it o contattarci direttamente scrivendo a morales@blog-up.it – mobile: 331.7454921

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail