facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Un robot semantico che somiglia sempre più al funzionamento del sistema cerebrale per avvicinarsi il più possibile ai concetti di pensiero e di ragionamento, così come noi umani li concepiamo.

E sarà proprio così che i motori di ricerca, attraverso algoritmi sempre più sofisticati, saranno in grado di dare ai navigatori risposte fondate su reali contenuti e sempre più coerenti con le loro domande e richieste. Vanno così ad esaurimento i risultati basati esclusivamente su tag, meta tag e parole chiave. Hummingbird permette infatti di formulare vere e proprie domande, complesse ed integrate, per ottenere risposte sempre più vicine e pertinenti con i desideri del navigatore.
Tutto questo, almeno secondo le voci di corridoio della Rete non influenzerà del tutto le attività di SEO e SERP, anche se la convivenza pacifica dei diversi algoritmi non è ancora del tutto verificata, anche perchè Panda e Penguin non andranno affatto in pensione, ma continueranno a convivere e ad interagire a fianco di Hummingbird.

Ma attenti amici e colleghi content manager, web writer e company. Molto probabilmente, per essere rilevati positivamente non basterà più infarcire i testi di parole chiave che non aumentano il valore del contenuto e afunzionali al suo contesto e utilizzate al solo scopo di essere “registrati”, ma servirà puntare sulla qualità dei contenuti e sulla contestualizzazione dei concetti. Il tutto per non rischiare di cadere nella rete di Panda, Penguin e Hummingbird, che potrebbero, coalizzando i propri poteri di controllo, penalizzare i content manager un po’ troppo furbetti.

Ed ecco un’altra prova che i professionisti dell’ottimizzazione sui motori, si troveranno ad affrontare. Una nuova ed ulteriore sfida per la loro professionalità, mentre noi speriamo che questo, oltre a migliorare la qualità della Rete, riduca la quantità di promesse impossibili dei troppi azzeccagarbugli che abitano il FAR WEB, approfittando a man bassa della scarsa competenza dei propri interlocutori.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail